Minori coinvolti nella separazione e divorzio

Nella separazione e nel divorzio i bambini vengono sempre coinvolti.

diritto bmbi
Quando mamma e papà sono andati in guerra, gli unici prabbiarigionieri che hanno fatto, sono stati i figli      Pat Conroy

Le reazioni che i bambini possono provare sono molto diverse:

  • insicurezza, senso di instabilità e disorientamento poichè viene rotta la loro base sicura caratterizzata dal nucleo familiare;
  • ansia e paura  per la perdita;
  • tristezza e dolore a causa della perdita della sicurezza, la rottura delle abitudini e degli equilibri;
  • senso di colpa: il bambino spesso teme di essere responsabile di ciò che sta accadendo;
  • rabbia per ciò che sta accadendo.

I bambini possono reagire in modo diverso in base anche all’età. Bambini molto piccoli (da 0 a 2 anni e mezzo) possono sentire la perdita di contatto con la figura primaria, la perdita delle loro sicurezze e della stabilità. Invece nell’età tipica della scuola materna possono considerarsi responsabili della separazione e hanno fantasie di riunificazione. Dai 6 agli 8 anni provano il dolore che la separazione comporta, tristezza, rabbia, paura di ciò che sarà di loro, paura di perdere i genitori. Dai 9 ai 12 anni provano sentimenti depressivi. cercano spiegazioni, provano vergogna verso il mondo esterno.

Nessun bambino esce psicologicamente indenne dalla rottura del clima familiare, ma può superare tutto questo. La situazione peggiora quando il figlio diviene oggetto di contesa e viene usato come strumento per colpire l’altro.

Il divorzio genitoriale comporta la ridefinizione della relazione come genitori. Se i genitori sono in grado di cooperare, nonostante la loro rottura, il figlio vivrà con più facilità l’elaborazione psicologica della separazione e del divorzio. I genitori devono saper ascoltare i bisogni dei figli, non confondendo questi bisogni con i propri. E’ opportuno mantenere continuità, prevedibilità, affidabilità, comprensione nel contesto familiare. La comunicazione con il figlio su ciò che sta accadendo è di fondamentale importanza.

 

Se ti è piaciuto il mio articolo diventa follower di questo sito internet, condividilo con i tuoi amici. Resta in contatto con me per tutte le news e iscriviti al mio blog. Inoltre clicca “mi piace” alla mia pagina Facebook e seguimi su Intagram.