Stress

Chi di noi ha mai sofferto di stress almeno una volta nella vita? Ma che cos’è lo stress e come farvi fronte?

stress diritto
Alcune persone sono così abituate a vivere lo stress, che non ricordano come era la vita senza di esso…”  Andrew bernstein

Nel linguaggio comune lo stress assume il senso di tensione, ansia, preoccupazione, senso di malessere con conseguenze negative per l’organismo e per lo stato emotivo e mentale dell’individuo. Lo stress è una risposta psicofisica a compiti diversi fra loro, che possono essere di tipo emotivo, cognitivo o sociale, che la persona percepisce come eccessivi.

Il termine stress venne impiegato per la prima volta negli anni 30 da Hans Selye che lo definì come “risposta aspecifica dell’organismo ad ogni richiesta effettuata su di esso”. In base al modello di Selye, il processo stressogeno si compone di tre fasi distinte:

  1. Fase di allarme: il soggetto sente di essere oppresso dai doveri e mobilita strategie difensive (innalzamento della frequenza, della pressione cardiaca, della tensione muscolare, diminuzione delle secrezione salivare, aumentata liberazione di cortisolo, ecc.);
  2. fase di resistenza: il soggetto cerca di adattarsi alla situazione, alle nuove condizioni, ma lo sforzo è notevole;
  3. fase di esaurimento: in questa fase il soggetto non riesce più a difendersi e quindi  cadono le difese e compaiono una serie di sintomi fisici, fisiologici ed emotivi. Qui possiamo assistere alla nascita dei disturbi psicosomatici .

La durata dell’evento stressante dipende da una serie di aspetti. Si possono distinguere:

  • Stress acuto: si verifica una sola volta e in un tempo limitato;
  • Stress cronico: dura a lungo e coinvolge diverse sfere della vita. Si possono individuare diversi tipi di stress cronico. Si parla di stress cronico intermittente quando si presenta a intervalli regolari, con una durata limitata. Invece lo stress cronico propriamente detto  dura più a lungo e investe l’esistenza dell’individuo.

Le cause degli eventi stressanti si differenziano in:

  • Eustress: sono stressor benefici, perchè favoriscono una maggiore vitalità;
  • Distress: sono stressor nocivi che portano ad un abbassamento delle difese immunitarie

Lo stress può essere provocato da:

  • eventi della vita sia piacevoli che spiacevoli (ad esempio: matrimonio, promozione al lavoro, nascita di un figlio, morte di una persona cara, divorzio, pensionamento, problemi sessuali);
  • cause fisiche;
  • fattori ambientali, quindi situazioni esterne a noi;
  • malattie organiche;
  • cataclismi;
  • …..

E’ molto difficile, speso impossibile eliminare tutto ciò che ci provoca stress. Ma lo si può ridurre. Non esistono però soluzioni magiche. E’ necessario modificare il proprio stile di vita. Bisogna innanzitutto comprendere quali sono le cause dello stress ed eliminare quelle che non sono necessarie, stabilendo delle priorità. Chiediti cosa è veramente importante. Comprendi quali sono i tuoi bisogni, sia fisici che psicologici e non ignorarli. Aspetto fondamentale è comprendere quali sono i nostri limiti e saperli accettare. Se lo stress permane, diventa invalidante, non aver paura a chiedere aiuto.

Se ti è piaciuto il mio articolo diventa follower di questo sito internet, condividilo con i tuoi amici. Resta in contatto con me per tutte le news e iscriviti al mio blog. Inoltre clicca “mi piace” alla mia pagina Facebook e seguimi su Intagram.